Trent’anni dopo, Titanic the End.

 ???????????????

A chiudere il festival staArtup teatro un’interpretazione dello spettacolo che debuttò nel 1984 con la regia del visionario Neiwiller, Titanic the end. In scena la compagnia napoletana Teatri uniti con Salvatore Cantalupo regista e interprete di questa visione della visione. Neiwiller è ormai scomparso, ma il suo Titanic prosegue il viaggio, forse come un vascello fantasma con Cantalupo allora attore nello spettacolo. In scena alcuni elementi presenti nel 1984, un grande telo impermeabile, delle valigie, un abito. Fantasmi o superstiti? naufraghi? uno, il mozzo, colui che si è sempre preso cura della nave, contro gli altri, un gruppo di persone unite, forse dalla tragedia o dalla salvezza. Lui, il mozzo, scandisce tempi dello spettacolo, gli dà ritmo. Suono. Continua a leggere

Annunci

Nella pancia del Mostro: Capatosta di Gaetano Colella

ph. Gemma Rossi

ph. Gemma Rossi

Impianto scenico essenziale ma efficace: un “wall”, una parete di ferro colore della ruggine ma non arrugginita, corrosa. Mi ha ricordato le lastre di calcografia con la tecnica degli acidi. Una parete di ferro acidificata, poca luce puntata su di lei che trionfa…

Continua a leggere

Nella fabbrica che ingoia vite: “Capatosta”, il nuovo spettacolo del Crest

ph. Gemma Rossi

ph. Gemma Rossi

“Come due amanti che stanno lì, avvolti da una passione…”. Gaetano e Andrea sono i personaggi di Capatosta, il nuovo spettacolo del Crest firmato da Gaetano Colella con al regia di Enrico Messina (in scena anche Andrea Simonetti). Rappresentano la vecchia e la nuova generazione di operai siderurgici.

Continua a leggere

Segreti, novità e pietre miliari di stArtup teatro 2014: ce ne parla il direttore artistico Gaetano Colella

Una scena di Rewind di Deflorian-Tagliarini da Cafè Müller

Una scena di Rewind di Deflorian-Tagliarini da Cafè Müller

Essere direttore artistico di stArtup teatro, cosa significa?

Preoccuparsi del disegno del festival nella sua totalità, essere spettatore attivo per scegliere compagnie da proporre, con un occhio di riguardo per il panorama pugliese. Le nostre scelte sono ragionate non obbligate, come ad esempio quella di inserire nel programma per metà compagnie del nostro territorio. Vuol dire anche occuparsi di un percorso di formazione teatrale per la città.

Continua a leggere

Un festival di ricerca: stArtup teatro 2014 parte oggi a Taranto. Conversazione con Clara Cottino

IMG_3639Torna anche quest’anno stArtup teatro a Taranto con tantissimi appuntamenti. Manifestazione culturale nazionale e importante vetrina per i giovani attori pugliesi, per la città dei Due Mari e occasione per avvicinare al teatro un nuovo pubblico. Ne abbiamo approfittato per intervistare Clara Cottino, presidente del Crest, cooperativa teatrale che gestisce l’attività del TaTà, il teatro ricavato da un auditorium ai Tamburi.  Continua a leggere

Inseguire la speranza: il Crest lancia la sfida di StartUp Teatro

Festival2Ognuno ha il pubblico che si merita. Il Crest di Taranto non vuole correre rischi e prova a educare il suo. Coinvolgendolo, coccolandolo. Ma soprattutto sfidandolo sul tavolo da gioco del teatro contemporaneo. Perché, giurano Clara Cottino e Gaetano Colella, anime-guida della compagnia, “il teatro resta un luogo di frontiera per opporsi al crollo culturale cui in Italia si assiste da vent’anni”. Così arriva Start Up Teatro, la rassegna teatrale che inizia il 26 pomeriggio e si conclude il 28 sera, articolandosi tra tredici spettacoli e quattro sessioni di lavoro per ragionare sulle nuove forme del teatro e sulle sue difficoltà di stare a galla. Continua a leggere